Bypass di una galleria della Pedemontana Lombarda

A Gorla Maggiore, in provincia di Varese, è stato eseguito il bypass di una delle condotte principali della rete fognaria del paese che, a causa del passaggio della Pedemontana Lombarda, in via di costruzione, è stata deviata al di sopra di una galleria. A caratterizzare l’opera, l’impiego della nuova tecnologia di condotte in PEHD spiralate con rinforzo in acciaio.


Come ti “domiamo” il Rio Piazza

Entro la fine dell’anno i collegamenti tra Nord e Sud saranno più veloci, grazie al completamento della Variante di Valico, il nuovo collegamento autostradale tra Firenze e Bologna. Tra gli interventi di riqualificazione del territorio interessati dai lavori vi è il nuovo incanalamento del Rio Piazza, un’opera idraulica realizzata nel sottosuolo di San Benedetto Val di Sambro, nell’Appennino bolognese, sfidando pendenze estreme e un contesto orografico molto complesso.


Spiralati con rinforzo in acciaio

Con la pubblicazione lo scorso gennaio della UNI 11434, l’Italia è il primo Paese in Europa a dotarsi di una norma nazionale sulle tubazioni spiralate con rinforzo in acciaio. La tecnologia, caratterizzata da un’elevata resistenza meccanica e da un peso contenuto, si sta affermando come la soluzione privilegiata per la realizzazione di condotte di grande diametro per la raccolta di acque bianche e nere e impianti di ventilazione in galleria.


Doppia parete con rinforzo metallico

Il tipo di polietilene più utilizzato per le applicazioni nel settore dei tubi è quello ad alta densità (HDPE), caratterizzato da cristallinità più elevata rispetto agli altri tipi di polietilene con conseguente miglior comportamento meccanico complessivo.


IIP INFORMA Tubi spiralati rinforzato con acciaio

In assenza di una normativa specifica italiana e più in generale europea (intesa come norma EN), per i manufatt in oggetto, i fabbricanti italiani hanno sentito la necessità di regolamentare la loro produzione condividendo una specifica tecnica che rappresentasse lo stato dell'arte dei prodotti e che potesse essere di riferimento iniziale per lo sviluppo di una norma nazionale


Passaggio semplificato

L’innovazione tecnologica, in fondo, l’abbiamo trovata qui. Lungo il confine. Non tra stato e stato, ma tra uno Stato, il nostro, e uno dei suoi tanti mari, lo Jonio. Anche la strada statale dove ci troviamo ha un nome che nasce da lì: Jonica….. È la numero 106. Si tratta di una delle più lunghe d’Italia, in tutto quasi 500 km da Taranto a Reggio Calabria, tre regioni (Puglia, Basilicata e Calabria) e sei province (Taranto, Matera, Cosenza, Crotone, Catanzaro, Reggio Calabria) attraversate